In evidenza


la circolare

itinerari 

BIBLIOTECA S.P.A.B.A.


SEDUTE SCIENTIFICHE e incontri in Sede


MARTEDÌ 21 NOVEMBRE 2017

Ore 16,00

Un pomeriggio in SPABA

In Sede via Napione 2 – Torino

 

 

Presentazione del Volume pubblicato dalla Società Storica delle Valli di Lanzo relativo alle Lettere di Luigi Francesetti di Mezzenile sulle Valli di Lanzo all’inizio del XIX secolo (Lettere sulle Valli di Lanzo, 1820-1822), durante la presentazione Bruno GUGLIELMOTTO–RAVET proporrà una carrellata di immagini storiche delle Valli di Lanzo: La fotografia come memoria antropologica ed etnografica di una Valle.    

 

SABATO 16 DICEMBRE 2017

Ore 15,00 (in prima convocazione)

Ore 15,30 (in seconda convocazione)

Seduta Amministrativa e Scientifica

In Sede via Napione 2 – Torino

 

Seduta Amministrativa con il seguente Ordine del Giorno:

-          Comunicazioni del Presidente;

-          Approvazione nuovi Soci;

-          Premiazioni Soci Fedeltà iscritti nell’anno 1992

-          Varie ed eventuali.

 

Seguirà un intervento della consocia dott.ssa Elvira D’AMICONE e dalla dottoressa Laura DONATELLI che hanno svolto alcune ricerche sul tema “Museo Egizio di Torino: documenti inediti ad memoriam delle esplorazioni scientifiche dell’antico e moderno habitat della Valle del Nilo” (con immagini).

Visite guidate

MARTEDÌ 5 DICEMBRE 2017

ore 15,00

Visita alla Mostra “I MAESTRI DELL’ACCADEMIA ALBERTINA. GIACOMO GROSSO”

Accademia Albertina Via Accademia Albertina 8 – Torino

e successivamente

Fondazione Accorsi – Via Po 55 - Torino

 

Si propone la visita guidata alle due sedi espositive della mostra “I maestri dell’Accademia Albertina. Giacomo Grosso” allestita presso l’Accademia Albertina di Belle Arti. Questa sezione della mostra riguarda principalmente l’attività accademica e le opere eseguite dal Grosso in questo contesto.

E successivamente, accompagnati dal consocio dott. Luca MANA, alla sezione “Giacomo Grosso e la moda” presso la Fondazione Accorsi. La sezione della mostra allestita a Palazzo Accorsi presenta alcuni dei ritratti eseguiti dal pittore. In contemporanea saranno esposti 20 abiti confezionati fra il 1880 e il 1930 appartenenti alla collezione De Valle.

Il rimborso spese per le visite per i possessori di Abbonamento Torino Musei è fissato in € 8,00, per i non possessori in € 19,00. La visita si effettuerà soltanto con un minimo di 16 partecipanti.

 

La quota dovrà essere versata tassativamente solo in Sede entro il 18 Novembre 2017.

VIAGGI



storia

La Società Piemontese di Archeologia e Belle Arti, fondata in Torino nel 1874 da un gruppo di studiosi e appassionati nel campo dell'arte e dell'archeologia, fra cui Carlo Baudi di Vesme, Gaudenzio Claretta, Bartolomeo Gastaldi, Ariodante Fabretti, ebbe la sua prima sede storica presso il Borgo Medioevale del Valentino.

Prima della istituzione delle Soprintendenze ha operato con scavi archeologici e restauri sul territorio piemontese.

Dal 1910 ha sede in Torino nella Palazzina che fu la residenza del  pittore Vittorio Avondo.

Attualmente la Società collabora con le autorità preposte alla conoscenza e salvaguardia del patrimonio archeologico ed artistico subalpino e pubblica un Bollettino in cui compaiono le comunicazioni di soci e studiosi su argomenti concernenti l’archeologia, la pittura, la scultura, l'architettura e le arti applicate in Piemonte.

Sono stati presidenti della SPABA noti personaggi della cultura artistica torinese: Ariodante Fabretti, Alfredo D’Andrade, Eugenio Olivero, Noemi Gabrielli, Vittorio Viale, Augusto Cavallari Murat.

 

La SPABA si occupa anche di divulgare, attraverso pubblicazioni periodiche, i temi di ricerca che vengono proposti durante gli incontri in Sede o durante sessioni di convegni. Esse si sono  suddivise nel tempo comprendendo volumi di 'Atti', e, dal 1917, serie di   'Bollettini' che vengono inviati ai soci.

Confluita nel 1935 nella Deputazione Subalpina di Storia Patria la SPABA venne ricostituita nel 1946, riprendendo la sua attività scientifica e la pubblicazione del 'Bollettino'.

Ente Morale dal 1907, trasformata in ONLUS nel 1998, la SPABA gestisce donazioni liberali destinate a finanziare restauri conservativi di edifici ed opere d'arte, organizza mostre e convegni in collaborazione con gli Enti pubblici.